La scuola: prof, studenti e genitori; un problema o LA soluzione?

Ho letto il libro di Giovanni Floris “Ultimo Banco: perchè insegnanti e studenti possono salvare l’Italia”

Mi ricordo che quando tornavo da scuola, dopo aver ricevuto una rimprovero dal mio maestro/professore, mia mamma sapeva già cosa era successo (non ho mai capito come facesse!) e mi riprendeva con molta serietà (un modo politicamente corretto per dire che me le dava di santa ragione).

E ora?

Il libro cerca di dare una risposta ad una domanda inquietante: “Davvero stiamo diventando più ignoranti?”.
Giovanni Floris ci presenta la vita della nostra scuola: professori, studenti, genitori.
Se aggiungiamo i nonni (che hanno la loro parte nell’educazione dei nipoti), siamo tutti presenti; è quindi un libro che ci mette davanti alla nostra vita, oggi, in Italia.

E alla domanda iniziale che risposta dare? L’impegno di tutti, ciascuno occupando il primo banco della propria “classe”: “Dobbiamo alzarci, prendere i libri e i quaderno, lasciare il nostro posto all’ultimo banco e accomodarci al primo. Il primo banco, quello che spesso restava vuoto per paura dei professori e dei giudizi dei compagni. Sediamoci là, anche a costo di fare la figura dei secchioni. Certo non basta… è solo il primo passo” (pag. 192)

Nella sezione “SEGNALAZIONI” la proposta.

La scuola: prof, studenti e genitori; un problema o LA soluzione?ultima modifica: 2018-07-16T13:34:13+02:00da fabrimazzu
Reposta per primo quest’articolo

Lascia un commento