Le cose di ognuno di noi

Ho letto il libro di Vittorio Zucconi “Il lato fresco del cuscino”.

“Le nostre vite sono segnate da oggetti che rimangono impressi nella memoria, come a scandirla con visioni e suoni che sembrano rimasti lì a fissarci per sempre” (terza di copertina).

Con il suo modo di scrivere che è parlato, veloce, sintetico, colorito, vissuto, e mai sgrammaticato, Zucconi racconta la sua vita prendendo spunto da alcune cose: la macchina da scrivere Lettera 22, l’auto, gli alberghi, la radiolina…

E’ un libro che si vive pensando alla propria vita: ciascuno di noi ha delle cose che ha vissuto in modo particolare, che non dimentica.

Per me: la chitarra (Taize, oratorio, ragazze), i collegi (i giochi, gli amici, i preti, lo studio), il paese (la politica, l’associazione, il catechismo), i libri (a momenti: Templari, Pellerossa, Thriller), i dischi/cd (rock, i concerti, i canti di chiesa), i luoghi visitati (ferie, giri, associazione).

E voi?

Nella sezione “SEGNALAZIONI” la proposta.

Le cose di ognuno di noiultima modifica: 2018-07-10T16:23:52+02:00da fabrimazzu
Reposta per primo quest’articolo

Lascia un commento